Recensione su 4Arts

I corpi estranei di Stelio Gicca Palli

Nel nome dell’antiretorica, il compositore e vocalist affronta e reinventa una materia musicale e poetica  che fuga subito ogni dubbio su una possibile operazione di solo Cantar Storie e Ricordi. Il leggero e misurato contrappunto col quale inventa timbri stilistici bruni e decantati narra di vicende delicate e forti nei molteplici fondali di trame asciutte ed angolari, conversando in parallele simultaneità, attento ad incrociare i riferimenti, ad accoglierli in un contesto nel quale le strade del popolo di Roma e della Semplice e Complessa Italia esistono ancora in quel diritto che abbiamo, assoluto, di credere in tutto quello che ci dà emozioni.
Con un serio gioco strutturalista da parte di chi ascolta, si può variare nella complessa emotività delle immagini, come nella “Dama di Cuori” che non ha chiesto mai niente , ma si è presa tutto quanto, tranquillamente, o nella “Piazza di Spagna” che gioca con i raggi del sole in un’aria leggera per l’amore di noi che meritiamo qualcosa di più… occhi grandi dai riflessi d’oro (“Moira Conti”), ora spenti nell’atto di avere e nell’atto di dare (“Abitudine”) ora differenti nella drammatica alchimia contro la violenza alle donne del Nun lo di’ a nessuno, tiettelo pe’ te, come nella rilettura di una ”Lella” più “spezzata” e sentita rispetto alle più note versioni di maniera pop, perché più nuova ed antica, disegnata in un una vena melodica che dell’agitata impulsività dei versi  di Edoardo De Angelis evoca movimenti naturali da non smarrire, per ciò che nelle Canzoni cerchiamo: il lirismo istintivo, il batticuore, la leggerezza, la volatilità, il brivido, il turbamento.
Come nel calore espansivo dei controcanti e delle performance strumentali, orchestrate con misteriosa chiarezza e soffusa confidenzialità.
Come nel Corpo Vitale del Nostro: voce grave e gentile, discreta ed immediata, Nuda nelle visioni spontanee di sentimenti aperti ed impetuosi.

Stelio Gicca-Palli
Corpi Estranei vol.1
Helikonia, 2014

Stelio Gicca-Palli-voce e pianoforte
Daniela Iezzi-canti, controcanti, vocalizzi
Primiano De Biase-pianoforte e fisarmonica
Fabrizio Guarino-chitarre acustiche ed elettriche
Marco Siniscalco- basso elettrico e non
Cristiano Micalizzi-batteria
Simone Talone e Carlo Di Francesco- percussioni
Edoardo De Angelis e Silvana Santoro-vc (10 e 11)
Testi e musiche di Stelio tranne 2 (Clara Miozzi e Stelio), 8 (musica di Stelio e Primiano),9 (testo di Stelio ed Edoardo De Angelis), 10 (testo Edoardo De Angelis).
Arrangiamenti ed orchestrazione: Fabrizio Guarino e Stelio, tranne Michele Braga (1)
1.Piazza di Spagna. Alle Quattro
2.La Dama di Cuori
3.Le battaglie con Piero
4.I mondi di Maria
5.Via dei Colli
6.Posto
7.Frecciarossa
8.Moira Conti
9.Abitudine
10.Lella
11.La gente, la città

Clicca qui per visualizzare la recensione su www.4arts.it

divider-stelio-1